Tattiche vincenti di street marketing

streetmarketing

In piena epoca del web marketing, dove le aziende concentrano sempre maggiori budget nella pubblicità online, sta avendo un particolare successo un'altra forma di marketing, trasversalmente diversa eppure incredibilmente virale: parliamo ovviamente dello street marketing, ovvero di marketing - spesso non convenzionale - fatto in strada.

Cos'è lo street marketing?

Non online, non in televisione, non sulle riviste e sui quotidiani, ma in strada, a fianco dei passanti. Di fatto stiamo parlando della più antica forma di promozione, la quale sta ricevendo una rinnovata attenzione da parte delle aziende, proprio a causa della sua efficacia. In un mondo in cui la pubblicità è sempre più virtuale, infatti, la 'tattilità' dello street marketing dà ottimi risultati.

Perché scegliere lo street marketing?

Le campagne di street marketing ben pianificate possono essere davvero memorabili. Pensa a dei performer che, in pieno centro, si esibiscono davanti ai passanti promuovendo il tuo brand, cogliendo di sorpresa tutti i passanti. Il risultato sarà grandioso, non solo perché il pubblico non si dimenticherà di questa pubblicità non convenzionale, non solo perché degli addetti, alla fine della performance, distribuiranno i tuoi flyer, non solo per il l’effetto delle tue locandine personalizzate per le strade, ma anche perché gran parte degli spettatori non mancherà di fare delle foto e dei video, i quali verranno inevitabilmente condivisi sui social network.

Come fare street marketing in modo efficace

Fare street marketing non vuol dire interrompere le passeggiate delle persone o disturbarle mentre si recano ad un appuntamento, cercando di convincerle ad acquistare qualcosa. No: questo è infatti uno dei peggiori incubi di chi si avventura per le vie del centro, alla ricerca di qualche distrazione. Fare street marketing significa infatti intrattenere il pubblico, divertirlo, informarlo sul proprio brand e invitarlo – senza mai forzarlo – a fare un passo verso all’azienda, ad unirsi alla performance o perché no, ad un flash mob. L'eco sarà enorme, sia sul momento che nelle giornate successive, grazie alla condivisione sui social (va infatti sottolineato che il risultato di un evento di street marketing, senza l'appoggio di una strategia di comunicazione integrata, non può che risultare dimezzato).

La scelta del luogo in cui fare street marketing non è ovviamente casuale. L'imperativo è individuare una zona di passaggio molto trafficata, che possa cioè contare su un gran numero di passanti. Ma non è tutto qui: la via, l'incrocio, la piazza, vanno scelti in base al prodotto o al servizio che si andrà a promuovere. Per un detersivo sarà perfetto per esempio un mercato rionale frequentato da casalinghe, mentre per promuovere una nuova linea di abbigliamento si preferiranno le vie dello shopping e, per promuovere dei prodotti per il fitness, si opterà per una zona ad alta densità di palestre.

Lo street marketing, insomma, è il regno della fantasia. Tutto è possibile: dalla perfomance dal vivo alla creazione di un murales temporaneo, dal flash mob organizzato a regola d'arte all'affissione di manifesti e striscioni pubblicitari. L'importante, in ogni caso, è offrire del valore e intrattenere il pubblico e, soprattutto, rispettare la legge. É infatti sempre meglio informarsi se, in un determinato luogo, è possibile organizzare del flash mob, appendere le proprie locandine o distribuire i propri flyer.



iotiSTAMPO.it Feedaty 4.5 / 5 - 156 feedbacks